Versione accessibile
 
Homepage
Cerca nel sito
Mappa del sito
Contatti
 
  Anno scolastico 2012/2013

  Le scuole del Circolo

  Modulistica

  Piano dell'Offerta Formativa




CLASSE QUARTA

DIREZIONE DIDATTICA

 I CIRCOLO RIMINI

                                                 

 

 

 

 

ANNO SCOLASTICO 2010/2011

PROGETTAZIONE ANNUALE

 

CLASSE   IV


 

 

 

 

AREA

LINGUISTICO-ARTISTICO-ESPRESSIVA

 

 

ITALIANO

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DI COMPETENZE

 

 

L’ALUNNO/A:

 

·        PARTECIPA A SCAMBI COMUNICATIVI CON COMPAGNI E DOCENTI (CONVERSAZIONI, DISCUSSIONI, SCAMBI EPISTOLARI…) ATTRAVERSO MESSAGGI SEMPLICI, CHIARI E PERTINENTI.

·        COMPRENDE TESTI DI DIVERSO TIPO, NE INDIVIDUA IL SENSO GLOBALE E/O LE INFORMAZIONI PRINCIPALI.

·        LEGGE TESTI LETTERARI DI VARIO GENERE (A VOCE ALTA, CON TONO ESPRESSIVO, CON LETTURA SILENZIOSA E AUTONOMA), RIUSCENDO A FORMULARE SU DI ESSI SEMPLICI PARERI PERSONALI.

·        PRODUCE TESTI (DI INVENZIONE, PER LO STUDIO, PER COMUNICARE) E LI RIELABORA.

·        SVILUPPA GRADUALMENTE ABILITA’ FUNZIONALI ALLO STUDIO, ESTRAPOLANDO DAI TESTI SCRITTI INFORMAZIONI UTILI SU UN DATO ARGOMENTO ED UTILIZZANDO UN PRIMO NUCLEO DI TERMINOLOGIA SPECIFICA.

·        SVOLGE ATTIVITA’ ESPLICITA DI RIFLESSIONE SULLA LINGUA SU CIO’ CHE SI DICE O SI SCRIVE, SI ASCOLTA O SI LEGGE.

 

 

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

 

 

ASCOLTARE E PARLARE

v    Interagire in una situazione, formulando domande e dando risposte pertinenti.

v    Cogliere il senso essenziale di un discorso.

v    Comprendere le informazioni principali di esposizioni, istruzioni, messaggi trasmessi dai media.

v    Ascoltare e comprendere il contenuto di vari testi, letti dall’insegnante.

v    Esprimere con chiarezza un’esperienza, rispettando l’ordine cronologico e/o logico.

v    Arricchire progressivamente il patrimonio lessicale, utilizzando sottocodici specifici delle discipline.

 

LEGGERE

v   Acquisire il piacere e la motivazione a leggere.

v   Leggere con scorrevolezza ed espressività.

v   Comprendere testi di diverso tipo, riconoscendone i vari scopi comunicativi.

v   Individuare ed analizzare elementi e struttura di un testo.

v   Leggere e recitare, con chiara dizione e giusta espressione, poesie, dialoghi, piccoli testi teatrali, sceneggiature di storie.

v   Ricercare informazioni in testi di diversa natura e provenienza per scopi conoscitivi.

 

 

 

 

 

v   Leggere testi di vario tipo, cogliendo l’argomento centrale, le informazioni essenziali, lo scopo comunicativo. Esprimere semplici pareri personali.

 

SCRIVERE

v   Produrre testi sintatticamente ed ortograficamente corretti, scanditi da esatta punteggiatura.

v   Produrre varie forme di composizione, con il supporto di tecniche diverse.

v   Produrre testi creativi sulla base di modelli dati (filastrocche, poesie, racconti brevi...).

v   Compiere operazioni di rielaborazione su testi (parafrasare, riscrivere, completare, sintetizzare...).

 

RIFLETTERE SULLA LINGUA

v   Riconoscere e denominare le parti principali del discorso.

v   Analizzare gli elementi fondamentali della frase.

v   Analizzare i sintagmi facili e complessi.

v   Riflettere sulla funzione delle parole all’interno di una frase.

v   Riflettere sulla funzione della punteggiatura.

v   Individuare il significato delle parole.

v   Utilizzare il vocabolario come strumento di consultazione.

v     Comprendere ed utilizzare il significato di parole e termini specifici, legati a discipline di studio.

 

MUSICA

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DI COMPETENZE

 

 

L’ALUNNO/A:

·       ESPLORA, DISCRIMINA ED ELABORA EVENTI SONORI DAL PUNTO DI VISTA QUALITATIVO, IN RIFERIMENTO ALLA LORO FONTE.

·       GESTISCE DIVERSE POSSIBILITA’ ESPRESSIVE DELLA VOCE, DI OGGETTI SONORI E STRUMENTI MUSICALI, IMPARANDO AD ASCOLTARE SE STESSO/A E GLI ALTRI.

·       FA USO DI SEMPLICI FORME DI NOTAZIONE MUSICALE.

·       ARTICOLA COMBINAZIONI TIMBRICHE, RITMICHE E MELODICHE, APPLICANDO SCHEMI ELEMENTARI; LE ESEGUE CON LA VOCE, CON IL CORPO E GLI STRUMENTI; LE TRASFORMA IN BREVI FORME RAPPRESENTATIVE.

·       ESEGUE, DA SOLO/A O IN GRUPPO, SEMPLICI BRANI STRUMENTALI E VOCALI APPARTENENTI A GENERI E CULTURE DIFFERENTI.

·       COGLIE GLI ASPETTI ESPRESSIVI E STRUTTURALI DI SEMPLICI BRANI MUSICALI.


 

 

            OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

 

 

v           Usare la voce, gli strumenti, gli oggetti sonori per produrre, creare e improvvisare fatti sonori ed eventi musicali di vario genere.

 

v           Leggere e creare sequenze sonoro-musicali.

 

v           Eseguire in gruppo semplici brani vocali e strumentali, curando l’espressività, l’intonazione e l’accuratezza esecutiva.

 

v           Riconoscere alcuni elementi di base all’interno di un brano musicale.

 

v           Sensibilizzare all’ascolto, per cogliere gli aspetti espressivi e strutturali di un brano musicale, traducendoli in parola, azione motoria e segno grafico.

 

v           Rappresentare gli elementi sintattici basilari di eventi sonori e musicali attraverso sistemi simbolici convenzionali e non.


 

 

ARTE E IMMAGINE

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DI COMPETENZE

 

L’ALUNNO/A:

·     OSSERVA, DESCRIVE E LEGGE IMMAGINI STATICHE (FOTOGRAFIE, OPERE D’ARTE...) E IN MOVIMENTO (SPOT, BREVI FILMATI...).

·     FRUISCE DELLA LETTURA DI IMMAGINI PER PRODURNE DI NUOVE IN MODO CREATIVO, ATTRAVERSO L’UTILIZZO DI TECNICHE E DI MATERIALI DIVERSI.

·     USA L’IMMAGINAZIONE A FINI ESPRESSIVI.

·     LEGGE GLI ASPETTI FORMALI DI ALCUNE OPERE; APPREZZA OPERE D’ARTE E OGGETTI DI ARTIGIANATO PROVENIENTI DA ALTRI PAESI.

·     CONOSCE ALCUNI BENI ARTISTICO-CULTURALI PRESENTI NEL TERRITORIO E METTE IN ATTO PRATICHE DI RISPETTO.


 

            OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

 

PERCETTIVO VISIVI

v   Guardare ed osservare con consapevolezza immagini e oggetti presenti nell’ambiente.

LEGGERE

v   Riconoscere gli elementi caratteristici del linguaggio visuale (linee, colori, forme, volume, spazio...) e del linguaggio audiovisivo (campi, sequenze, struttura narrativa...) ed individuare il loro significato espressivo.

v   Trasformare in modo creativo un’immagine.

v   Leggere e descrivere semplici immagini e opere d’arte, anche provenienti da culture diverse.

v   Riconoscere ed apprezzare i principali beni culturali, ambientali e artigianali presenti nel proprio territorio.

PRODURRE

v   Utilizzare strumenti per produrre immagini grafiche, pittoriche e  plastiche tridimensionali.

v   Elaborare un progetto.

v   Usare tecniche diverse.

v   Usare materiali diversi.

v   Usare creativamente conoscenze e tecniche acquisite.

v   Sperimentare l’uso delle tecnologie della comunicazione per realizzare produzioni di vario tipo.

 

 

 

 

RELIGIONE CATTOLICA

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DI COMPETENZE

 

L’ALUNNO/A:

·        RIFLETTE SU DIO CREATORE E PADRE, SUI DATI FONDAMENTALI DELLA VITA DI GESU’ E SA COLLEGARE I CONTENUTI PRINCIPALI DEL SUO INSEGNAMENTO ALLE TRADIZIONI DELL’AMBIENTE IN CUI VIVE; RICONOSCE IL SIGNIFICATO CRISTIANO DEL NATALE E DELLA PASQUA, TRAENDONE MOTIVO PER INTERROGARSI SUL VALORE DI TALI FESTIVITA’ NELL’ESPERIENZA PERSONALE, FAMILIARE E SOCIALE.

 

·        RICONOSCE CHE LA BIBBIA E’ IL LIBRO SACRO PER CRISTIANI ED  EBREI E  DOCUMENTO FONDAMENTALE DELLA NOSTRA CULTURA, SAPENDOLA DISTINGUERE DA ALTRE TIPOLOGIE DI TESTI, TRA CUI QUELLI DI ALTRE RELIGIONI; IDENTIFICA LE CARATTERISTICHE ESSENZIALI DI UN BRANO BIBLICO, SA FARSI ACCOMPAGNARE NELL’ANALISI DELLE PAGINE A LUI PIU’ ACCESSIBILI, PER COLLEGARLE ALLA PROPRIA ESPERIENZA.

 

·        SI CONFRONTA CON L’ESPERIENZA RELIGIOSA E DISTINGUE LA SPECIFICITA’ DELLA PROPOSTA DI SALVEZZA DEL CRISTIANESIMO; IDENTIFICA NELLA CHIESA LA COMUNITA’ DI COLORO CHE CREDONO IN GESU’ CRISTO  E SI IMPEGNANO PER METTERE IN PRATICA IL SUO INSEGNAMENTO; COGLIE IL SIGNIFICATO DEI SACRAMENTI E SI INTERROGA SUL VALORE CHE ESSI HANNO NELLA VITA DEI CRISTIANI.

 

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

(adattamento degli obiettivi secondo l’Intesa del 1°agosto 2009)

 

DIO E L’UOMO

§        Descrivere i contenuti principali del credo cattolico.

§        Sapere che per la religione cristiana Gesù è il Signore, che rivela all’uomo il volto del Padre e annuncia il Regno di Dio con parole e azioni.

§        Conoscere le origini e lo sviluppo del cristianesimo e delle altre grandi religioni individuando gli aspetti più importanti del dialogo interreligioso.

 

LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI

§        Leggere direttamente le pagine bibliche ed evangeliche, riconoscendone il genere letterario e individuandone il messaggio principale.

§        Ricostruire le tappe fondamentali della vita di Gesù, nel contesto storico, sociale,politico e religioso del tempo, a partire dai Vangeli.

§        Decodificare i principali significati dell’iconografia cristiana.

§        Saper attingere informazioni culla religione cattolica anche nella vita di santi e di Maria, la madre di Gesù.

 

IL LINGUAGGIO RELIGIOSO

§        Intendere il senso religioso del Natale e della Pasqua, a partire dalle narrazioni evangeliche e mediante espressioni d’arte.

§        Individuare significative espressioni d’arte cristiana (a partire da quelle presenti nel territorio), per rilevare come la fede sia stata interpretata e comunicata dagli artisti nel corso dei secoli.

§        Rendersi conto che la comunità ecclesiale esprime, attraverso vocazioni e ministeri differenti, la propria fede e il proprio servizio all’uomo.

 

I VALORI ETICI E RELIGIOSI

§        Scoprire la risposata della Bibbia alle domande di senso dell’uomo e confrontarla con quella delle principali religioni non cristiane.

§        Riconoscere nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili, in vista di un personale progetto di vita.


 

CORPO, MOVIMENTO, SPORT

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DI COMPETENZE

 

L’ALUNNO/A:

·       ACQUISISCE CONSAPEVOLEZZA DI SE’ ATTRAVERSO L’ASCOLTO E L’OSSERVAZIONE DEL PROPRIO CORPO.

·       ACQUISISCE CONTROLLO E AUTONOMIA ATTRAVERSO LA CONOSCENZA DEL PROPRIO CORPO.

·       SVILUPPA MAGGIORE COORDINAZIONE DINAMICA GENERALE.

·       UTILIZZA IL LINGUAGGIO CORPOREO PER COMUNICARE ED ESPRIMERE STATI D’ANIMO, ANCHE ATTRAVERSO ATTIVITA’ DI DRAMMATIZZAZIONE.

·       CONOSCE ALCUNE DISCIPLINE SPORTIVE.

·       COMPRENDE, ALL’INTERNO DELLE VARIE OCCASIONI DI GIOCO E DI SPORT, IL VALORE DELLE REGOLE.

·       SI MUOVE NELL’AMBIENTE DI VITA E DI SCUOLA, RISPETTANDO ALCUNI CRITERI DI SICUREZZA PER SE’ E PER GLI ALTRI.

·       RISPETTA I TEMPI DI ESECUZIONE PREVISTI DALLE CONSEGNE.

 


 

            OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

 

IL CORPO E LE FUNZIONI SENSO-PERCETTIVE

v   Acquisire consapevolezza delle funzioni fisiologiche (cardio-respiratorie e muscolari) e dei loro cambiamenti in relazione e conseguenti all’esercizio fisico.

v   Saper controllare e modulare l’impiego delle proprie capacità.

v   Scoprire le modificazioni corporee associate allo sforzo.

v   Essere in grado di rilassarsi.

 

IL MOVIMENTO DEL CORPO E LA SUA RELAZIONE CON LO SPAZIO E IL TEMPO

v   Saper controllare e gestire le condizioni di equilibrio statico-dinamico del proprio corpo.

v   Organizzare condotte motorie sempre più complesse, coordinando vari schemi di movimento in simultaneità e successione.

v   Riconoscere e valutare traiettorie, distanze, ritmi e successioni temporali delle azioni motorie.

v   Organizzare il proprio movimento nello spazio in relazione a sé, agli oggetti, agli altri.

v   Riconoscere e riprodurre semplici sequenze ritmiche con il proprio corpo e con attrezzi.

v   Acquisire in forma ludica i concetti.

 

IL LINGUAGGIO DEL CORPO COME MODALITA’ COMUNICATIVO-ESPRESSIVA

v   Utilizzare, in forma originale e creativa, modalità espressive e corporee anche attraverso forme di drammatizzazione.

v   Saper trasmettere contenuti emozionali.

 

v   Elaborare semplici coreografie o sequenze di movimento.

 

IL GIOCO, LO SPORT, LE REGOLE E IL FAIR PLAY

v   Rafforzare la partecipazione di tutti i bambini ad attività ludiche e a proposte di gioco-sport.

v   Conoscere ed applicare correttamente modalità esecutive di alcuni giochi di movimento.

v   Conoscere ed applicare i principali elementi tecnici semplificati, di diverse discipline sportive.

v   Cooperare ed interagire positivamente con gli altri.

v   Trasmettere il valore delle regole e l’importanza del rispetto delle stesse per la buona riuscita di ogni gioco e gioco-sport.

v   Sviluppare la capacità di iniziativa e di soluzione dei problemi motori,  sapendo accogliere suggerimenti e correzioni.

v   Partecipare attivamente ai giochi sportivi e non, organizzati anche in forma di gara, collaborando con gli altri, accettando la sconfitta, rispettando le regole.

v   Favorire l’acquisizione dell’autocontrollo.

 

SICUREZZA E PREVENZIONE, SALUTE E BENESSERE

v       Conoscere ed utilizzare in modo corretto ed appropriato gli attrezzi e gli spazi di attività.

v    Assumere comportamenti adeguati per la prevenzione degli infortuni e per la sicurezza dei vari ambienti di vita.

v    Riconoscere il rapporto tra alimentazione, esercizio fisico e salute.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AREA

STORICO - GEOGRAFICA

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

STORIA

 

  TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DI COMPETENZE

 

 

L’ALUNNO/A:

·       CONOSCE ELEMENTI SIGNIFICATIVI DEL PASSATO, DEL SUO AMBIENTE DI VITA.

·       CONOSCE GLI ASPETTI FONDAMENTALI DELL’EVOLUZIONE DELLA VITA E DELL’UOMO (PREISTORIA, PROTOSTORIA E STORIA ANTICA).

·       COLLOCA EVENTI NELLO SPAZIO E NEL TEMPO.

·       ORGANIZZA LE CONOSCENZE IN QUADRI TEMATICI.

·       LEGGE E RICAVA SEMPLICI CONOSCENZE DA FONTI DI TIPO DIVERSO.

·       VERBALIZZA LE CONOSCENZE, IMPARANDO A RACCONTARE I FATTI STUDIATI E AD UTILIZZARE IL LINGUAGGIO SPECIFICO.

·       RICONOSCE LE TRACCE STORICHE PRESENTI SUL TERRITORIO.


 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

 

ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI

v   Confrontare i quadri storici delle civiltà studiate.

v   Usare cronologie e carte storico/geografiche per rappresentare le conoscenze studiate.

 

USO DEI DOCUMENTI

v    Ricavare informazioni da documenti di diversa natura, utili alla comprensione di un fenomeno storico.

v    Rappresentare il sistema di relazioni tra i segni e le testimonianze del passato, presenti sul territorio vissuto.

 

STRUMENTI CONCETTUALI E CONOSCENZE

v      Usare la cronologia storica secondo la periodizzazione occidentale (prima e dopo Cristo); conoscere altri sistemi cronologici.

v      Organizzare le conoscenze in quadri tematici.

v      Confrontare quadri storici diversi per individuare analogie e differenze.

v      Comprendere il significato del concetto di civiltà.

v      Elaborare rappresentazioni sintetiche delle società studiate.

v      Usare semplici testi e fonti documentarie per caratterizzare un quadro di civiltà.

v      Conoscere il significato di termini specifici.

 

PRODUZIONE

v    Confrontare aspetti caratterizzanti le diverse società, anche in rapporto al presente.

 

 

 

v    Ricavare e produrre informazioni da grafici, tabelle, carte storiche, reperti iconografici.

v    Organizzare e mettere in relazione le informazioni.

v    Consultare testi di diverso genere, manualistici e non.

v    Elaborare, in forma orale e scritta, gli argomenti studiati.

 


 

GEOGRAFIA

 

  TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DI COMPETENZE

 

 

L’ALUNNO/A:

·       SI ORIENTA NELLO SPAZIO CIRCOSTANTE E SULLE CARTE GEOGRAFICHE, UTILIZZANDO RIFERIMENTI TOPOLOGICI, PUNTI CARDINALI E COORDINATE GEOGRAFICHE.

·       DISTINGUE GLI ELEMENTI NATURALI DA QUELLI ANTROPICI IN UNO SPAZIO GEOGRAFICO.

·       INDIVIDUA, CONOSCE E DESCRIVE GLI ELEMENTI CARATTERISTICI DEI PAESAGGI, CON PARTICOLARE ATTENZIONE A QUELLI ITALIANI.

·       CONOSCE E LOCALIZZA I PRINCIPALI ELEMENTI GEOGRAFICI FISICI ED ANTROPICI D’ITALIA.

·       UTILIZZA IL LINGUAGGIO DELLA GEO-GRAFICITA’ PER INTERPRETARE CARTE GEOGRAFICHE.

·       RICAVA INFORMAZIONI GEOGRAFICHE DA UNA PLURALITA’ DI FONTI.


 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

 

ORIENTAMENTO

v    Sapersi orientare nello spazio e sulle carte geografiche, utilizzando la bussola e i punti cardinali.

 

CARTE MENTALI

 

v    Estendere le proprie carte mentali ad uno spazio sempre più ampio (territorio italiano).

 

LINGUAGGIO DELLA GEO-GRAFICITA’

 

v    Analizzare fatti e fenomeni, interpretando carte geografiche a diversa scala, carte tematiche, grafici, immagini.

v    Conoscere i principali elementi costitutivi di una carta geografica.

v    Comprendere il rapporto tra realtà vissuta e realtà rappresentata.

v    Utilizzare l’atlante per ricercare informazioni.

 

PAESAGGIO

 

v      Esplorare il territorio circostante attraverso l’esperienza diretta.

v      Individuare gli elementi fisici ed antropici che caratterizzano i vari tipi di paesaggio.

v      Conoscere e descrivere gli elementi caratterizzanti i principali paesaggi italiani, individuando analogie e differenze.

 

 

 

 

 

 

 

TERRITORIO E REGIONE

 

v   Comprendere che il territorio è costituito da elementi fisici ed antropici connessi e interdipendenti e che l’intervento dell’uomo può ripercuotersi sull’ambiente.

v   Individuare problemi relativi alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio naturale e culturale.

v   Conoscere strategie per la tutela delle risorse ambientali.

 


 

 

 

 

 

AREA

MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA

 

 

MATEMATICA

 

  TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DI COMPETENZE

 

L’ALUNNO/A:

§        SVILUPPA UN ATTEGGIAMENTO POSITIVO RISPETTO ALLA MATEMATICA.

§        SI MUOVE CON SICUREZZA NEL CALCOLO SCRITTO E MENTALE CON I NUMERI NATURALI.

§        COMPRENDE IL VALORE POSIZIONALE DELLE CIFRE.

§        SA CONFRONTARE E ORDINARE I NUMERI NATURALI.

§        ESEGUE LE QUATTRO OPERAZIONI.

§        RAPPRESENTA E RISOLVE SITUAZIONI PROBLEMATICHE, UTILIZZANDO I QUATTRO OPERATORI.

§        AFFRONTA PROBLEMI CON STRATEGIE DIVERSE.

§        UTILIZZA RAPPRESENTAZIONI DI DATI PER RICAVARE INFORMAZIONI.

§        DESCRIVE E CLASSIFICA FIGURE IN BASE A CARATTERISTICHE GEOMETRICHE.

§        PERCEPISCE E RAPPRESENTA FORME, RELAZIONI E STRUTTURE CHE SI TROVANO IN NATURA E NON.

§        UTILIZZA STRUMENTI PER IL DISEGNO GEOMETRICO E I PIU’ COMUNI  STRUMENTI DI MISURA.

§        IMPARA A COSTRUIRE RAGIONAMENTI E A SOSTENERE LE PROPRIE TESI.

§        IMPARA A RICONOSCERE SITUAZIONI DI INCERTEZZA, UTILIZZANDO LE ESPRESSIONI ADATTE (“E’ PIU’ PROBABILE”, “E’ MENO PROBABILE”).

 

 

 

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

 

NUMERI

v   Riconoscere il valore posizionale delle cifre in numeri naturali.

v   Comporre, scomporre, ordinare e confrontare i numeri naturali.

v   Eseguire addizioni e sottrazioni, utilizzando i numeri naturali.

v   Eseguire moltiplicazioni in riga e in colonna, utilizzando i numeri naturali.

v   Eseguire divisioni in riga e in colonna, utilizzando numeri naturali.

v   Conoscere ed applicare le “proprietà delle quattro operazioni”.

v   Conoscere ed applicare il concetto di frazione.

v   Calcolare la frazione di un numero.

v   Confrontare e ordinare frazioni, usando la linea dei numeri.

v   Riconoscere ed usare la frazione come percentuale.

v   Leggere e scrivere i numeri decimali.

v   Riconoscere il valore posizionale delle cifre nei numeri decimali.

v   Comporre, scomporre ordinare e confrontare i numeri decimali.

v   Eseguire addizioni e sottrazioni con i numeri decimali.

v   Eseguire moltiplicazioni con i numeri decimali.

v   Eseguire divisioni con i numeri decimali.

 

SPAZIO E FIGURE

v   Descrivere e classificare figure geometriche piane, identificando gli elementi significativi e simmetrie.

v   Disegnare figure geometriche e costruire modelli, utilizzando strumenti appropriati.

v   Riconoscere figure ruotate, traslate e riflesse.

v   Riprodurre una figura in scala.

v   Determinare il perimetro di una figura.

 

RELAZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI

v   Classificare numeri, figure, oggetti in base ad una o più proprietà, realizzando adeguate rappresentazioni.

 

 

 

v   Compiere semplici rilevamenti statistici e rappresentarli con diagrammi.

v   Conoscere le principali unità di misura.

v   Passare da un’unità di misura ad un’altra.

v   Individuare eventi certi, possibili, impossibili.

v   Usare i quantificatori (tutti, nessuno, tanti, pochi, soltanto...).

v   Individuare ed inventare situazioni problematiche in ambiti di esperienza.

v   Ricercare una o più soluzioni in particolari situazioni problematiche.

v   Rappresentare problemi con tabelle e grafici.

v   Riflettere sul procedimento risolutivo eseguito e confrontarlo con altre possibili soluzioni.

v   In un problema espresso a parole:

o      Individuare i dati;

o      Rappresentare graficamente la situazione;

o      Individuare ed utilizzare l’operazione necessaria alla soluzione;

o      Formulare una risposta coerente e completa.


 

SCIENZE NATURALI E SPERIMENTALI

 

  TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DI COMPETENZE

 

 

L’ALUNNO/A:

·       FA RIFERIMENTO  IN MODO PERTINENTE ALLA REALTA’ E ALLE ESPERIENZE CHE SVOLGE.

·       SI PONE DOMANDE E INDIVIDUA PROBLEMI SIGNIFICATIVI DA INDAGARE.

·       FORMULA IPOTESI E PREVISIONI, REGISTRA, CLASSIFICA, SCHEMATIZZA.

·       HA CAPACITA’ OPERATIVE, PROGETTUALI E MANUALI.

·       ANALIZZA E RACCONTA IN FORMA CHIARA CIO’ CHE HA FATTO E IMPARATO.

·       HA ATTEGGIAMENTI DI CURA VERSO L’AMBIENTE SCOLASTICO E DI RISPETTO VERSO L’AMBIENTE SOCIALE E NATURALE.

·       HA CURA DEL PROPRIO CORPO CON SCELTE ADEGUATE DI COMPORTAMENTI E DI ABITUDINI ALIMENTARI.

 


 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

 

OGGETTI, MATERIALI E TRASFORMAZIONI

v   Osservare, descrivere, confrontare, correlare elementi della realtà circostante.

v   Cogliere somiglianze e differenze; operare classificazioni secondo criteri diversi.

v   Individuare qualità e proprietà di oggetti e materiali.

v   Riconoscere, osservare e descrivere interazioni di materiali.

v   Indagare attraverso semplici situazioni sperimentabili ( miscele eterogenee e soluzioni, passaggi di stato...).

v   Provocare trasformazioni e leggere analogie e differenze.

v   Riconoscere gli elementi (acqua) che interagiscono in un fenomeno (calore).

v   Formulare ipotesi.

 

OSSERVARE E SPERIMENTARE SUL CAMPO

v   Effettuare osservazioni frequenti e regolari.

v   Osservare le caratteristiche di un ambiente o di una porzione di  ambiente, per individuare connessioni e trasformazioni nel tempo.

v   Indagare strutture del suolo, relazione tra suoli e viventi (ecosistema).

v   Cogliere la diversità tra ecosistemi.

v   L’acqua come risorsa.

v   Conoscere e confrontare gli stati dell’acqua.

v   Riconoscere le fonti di calore e comprendere gli effetti del calore sui corpi.

v   Conoscere le caratteristiche e le proprietà dell’aria.

 

 

 

v   Individuare semplici interrelazioni tra organismi viventi e non viventi (le catene alimentari).

v   Riconoscere la diversità dei viventi, differenze/somiglianze tra piante, animali e altri organismi.

v   Acquisire familiarità con la variabilità dei fenomeni atmosferici e la periodicità su diverse scale temporali dei fenomeni celesti (dì/notte, fasi della luna, stagioni, moti...).

v   Porsi domande e fare ipotesi sui fenomeni osservati ed effettuare verifiche.

 

 

L’UOMO, I VIVENTI E L’AMBIENTE

v   Studiare le percezioni umane (luminose, sonore, tattili...) e le loro basi biologiche.

v   Indagare le relazioni tra organi di senso, fisiologia complessiva e ambienti di vita.

v   Individuare elementari rapporti tra struttura e funzione negli organismi osservati/osservabili.

v   Osservare ed interpretare le trasformazioni ambientali sia di tipo stagionale sia in seguito all’azione modificatrice dell’uomo.

v   Riflettere sul valore dei cibi per acquisire corrette abitudini alimentari.


 

TECNOLOGIA

 

  TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DI COMPETENZE

 

 

L’ ALUNNO/A:

§       OSSERVA ED USA OGGETTI E STRUMENTI COERENTEMENTE CON LE LORO FUNZIONI.

§       ESPLORA ED INTERPRETA IL MONDO FATTO DALL’UOMO.

§       REALIZZA OGGETTI SEGUENDO UNA DEFINITA METODOLOGIA PROGETTUALE.

§       ESAMINA OGGETTI E PROCESSI IN RELAZIONE ALL’IMPATTO CON L’AMBIENTE.

§       RILEVA LE TRASFORMAZIONI DI UTENSILI E DI PROCESSI PRODUTTIVI E LI INQUADRA NELLE TAPPE PIU’ SIGNIFICATIVE DELLA STORIA DELL’UMANITA’.

§       CONOSCE ED UTILIZZA STRUMENTI INFORMATICI IN SITUAZIONI DI GIOCO E DI RELAZIONE CON GLI ALTRI.

USA LE NUOVE TECNOLOGIE ED I LINGUAGGI MULTIMEDIALI PER SVILUPPARE IL PROPRIO LAVORO IN PIU’ DISCIPLINE.

§       ACQUISISCE I FONDAMENTALI PRINCIPI DI SICUREZZA.


                         

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

 

 

INTERPRETARE IL MONDO FATTO DALL’UOMO

v   Individuare le parti di un oggetto e le sue modalità d’uso.

v   Comporre e scomporre oggetti nei loro elementi.

v   Esaminare oggetti e processi rispetto all’impatto con l’ambiente.

v   Riconoscere il rapporto fra il tutto e una parte.

v   Rappresentare oggetti e processi con disegni e modelli.

v   Elaborare semplici progetti individualmente e in gruppo.

v   Osservare oggetti del passato, rilevare trasformazioni e inquadrarli in tappe evolutive della storia dell’umanità.

v   Usare oggetti, strumenti e materiali coerentemente con le funzioni ed i principi di sicurezza.

v   Seguire istruzioni d’uso e saperle fornire.

v   Utilizzare le Tecnologie della Informazione e della Comunicazione (TIC) nel proprio lavoro.

v   Utilizzare semplici materiali digitali per l’apprendimento.

 

 

28

  

 

 

 

 

 

   LINGUA   INGLESE

 

    

 

 

 

 

 

 

 

 

PREMESSA

 

Nelle classi quarta e quinta, si cercheranno di sviluppare ulteriormente le abilità orali tramite attività comunicative che stimolino i bambini a personalizzare la lingua, a interagire con i compagni esponendosi sempre più individualmente, a fare scelte linguistiche adeguate alle varie situazioni riutilizzando il lessico e le strutture apprese e interiorizzate per trasferirle in altri contesti. Dal momento che questa fase richiede tempi più lunghi e distesi, sarà fondamentale assistere i bambini e coordinare i loro interventi fornendo loro modelli di dialoghi per rendere più significativo l’uso della lingua inglese. Si proporranno, inoltre, attività che portino a riflessioni linguistiche grammaticali implicite che conducano ad operare un’analisi contrastiva e comparativa tra l’ italiano e l’ inglese.

 

 

DAL COMUNE QUADRO DI RIFERIMENTO EUROPEO

– LIVELLO A 1

“ Comprende e utilizza espressioni familiari di uso quotidiano e formule molto comuni per soddisfare bisogni di tipo concreto. Sa presentare se stesso/a e gli altri ed è in grado di porre domande e rispondere su particolari personali. Interagisce in modo semplice purché l’altra persona parli lentamente e chiaramente e sia disposta a collaborare”.

 

 

 

 

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

 

RICEZIONE ORALE (ASCOLTO)

-        Ascoltare e comprendere semplici espressioni, lessico, istruzioni, indicazioni, canzoni e filastrocche pronunciate chiaramente e lentamente.

 

RICEZIONE SCRITTA ( LETTURA)

-        Riprodurre semplici parole e frasi rispettando pronuncia e    intonazione.

-         Comprendere brevi e semplici testi accompagnati preferibilmente da supporti visivi.

 

INTERAZIONE  ORALE

 

-        Interagire in modo semplice ma pertinente per chiedere e     rispondere a domande personali inerenti al proprio contesto di vita.

 

PRODUZIONE SCRITTA

- Scrivere semplici e brevi messaggi (ad esempio biglietti d’auguri o d’invito).

 

 

 

 

CONTENUTI E ABILITA’

        

-  Produrre suoni e ritmi della lingua  della L2   rispettando pronuncia e intonazione.

-        Congedarsi e ringraziare.

-        Comprendere semplici e chiari messaggi su argomenti familiari.

-        Conoscere il lessico relativo alle stagioni, ai mesi e ai giorni della settimana.

-        Conoscere il tempo meteorologico.

-        Conoscere la casa, i suoi ambienti e l’arredamento.

-        Saper chiedere ed esprimere la collocazione di un oggetto nello spazio.

-        Conoscere il lessico relativo ai numeri da 50 a 100 ed eseguire semplici calcoli.

-        Conoscere il lessico relativo a cibi e bevande e saper esprimere preferenze.

-        Conoscere il lessico relativo agli animali e saperli descrivere in modo semplice.

-        Conoscere l’alfabeto inglese e saper fare lo spelling.

-        Conoscere le principali tradizioni e festività dei Paesi di lingua inglese.

 

 

N. B. Ogni insegnante si riserverà la possibilità di sostituire e/o integrare i contenuti declinati in base al testo adottato.



 

Versione senza grafica
Versione PDF


<<<  Torna alla pagina precedente


     
 


  Notizie

Home | News | Circolari | Scrivi
 inizio pagina 
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni